Insalata fiorita

I benefici di questo piatto così colorato e profumato sono iniziati già dalla preparazione: un giro in giardino, sotto il sole, per individuarli e raccoglierli delicatamente evitando di rovinarli. 
Una sorta di meditazione!

Ingredienti

lattuga

fiori eduli

sale

aceto balsamico

olio

Procedimento

Lavate e tagliate l’insalata, conditela e solo prima di portarla a tavola unite i fiori eduli

Esistono circa 50 specie differenti di fiori eduli, o commestibili. 
Alcuni senza saperlo li consumiamo già (è il caso di carciofi, fiori di zucca, cavolfiori e zafferano). 
Altri, invece, siamo più propensi ad immaginarli in un giardino o all’interno di un vaso. 

Dal punto di vista nutrizionale, i fiori eduli sono poverissimi di grassi e ricchi di sostanze nutritive come minerali, proteine e vitamine (A e C). In particolare le viole, i crisantemi e i garofani sono particolarmente ricchi di potassio.  
Hanno un elevato quantitativo di antiossidanti dovuti al contenuto di flavonoidi e carotenoidi che ne determinano il colore.

Malgrado ciò, non bisogna abusarne perché potrebbero scatenare una reazione allergica, soprattutto nei soggetti più sensibili e vulnerabili.

Nella mia insalata ho messo:

fiori di borragine, glicine, begonia, rosa, calendula, delosperma, acetosella, garofanini, margherite; sopra un letto di croccante scarola appena raccolta nell’orto. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...